giovedì 11 giugno 2009

La politica

Beppe Grillo è stato, finalmente, ricevuto dalla Commissione Affari Costituzionali del Senato per discutere della proposta di legge di iniziativa popolare "Parlamento Pulito" che giace al Senato da 18 mesi. Una legge voluta dalle firme di 350.000 persone che chiedono un Parlamento senza condannati, il limite di due legislature per ogni parlamentare e l'elezione nominale del candidato. Mi fa rabbia constatare l'atteggiamento difensivo (per non dire strafottente) dei politici quando il loro operato è criticato. E fa bene il signor Grillo a ricordare che i politici essendo pagati (e non poco) da noi, dimenticano di essere nostri dipendenti. In un azienda, che vuole stare al passo con i tempi, se non operi bene, se non fai quadrare il bilancio, se fai scelte sbagliate, vai a casa. In politica, invece ti puoi permettere tutto; costruire inceneritori invece che parchi, intascare tangenti per lavori fatti da schifo, far curare la gente in ospedali orribili, permettere che il cuore di una nazione, il Sud, sia divorato dalla criminalità. L'unico errore di Grillo è stato definirli antistorici. Chi, oggi, fa politica non lo è, perchè è perfettamente calato in questo momento storico dove il profitto è il fine primario, dove avere case belle e scorte e auto blu in un ambiente in agonia è ritenuto un privilegio eterno e non una brevissima illusione.

24 commenti:

Anonimo ha detto...

Intanto una persona condannata che va in senato a proporre un parlamento senza condannati fa non dico impressione, ma quasi. Voglio poi ricordare che Grillo e compagni mentono sapendo di mentire quando si dicono imbavagliati mentre scrivono, parlano, urlano in rete, in piazze, in tv e persino al senato, e non sempre si resta illuminanati dai loro propositi, poichè quando si è troppo esposti, capita a tutti di mescolare buone intenzioni e parole al vento. Infine quello che dovrei, secondo Grillo, buttare dalla finestra è il vecchio politico arrogante,incompetente e malcostumato ed accogliere lui
che non dà diritto di parola a chi non la pensa come lui sul suo blog, che mi riempie di "vaffanculo" facendone bandiera, ed additando come zoccole le donne al parlamento subito dopo aver dichiarato che la dignità delle donne è calpestata continuamente dal signor Silvio Berlusconi. Tutto questo gli italiani lo hanno compreso benissimo.


PS
Chiunque può constatare qual è la politica di Grillo oggi. Faccia un giro sul suo blog, legga i primi 20 commenti e si renderà conto in poco meno di dieci minuti che le battaglie serie che il comico in passato ha pure condotto con un certo decoro,vengono annientate da un puro delirio di onnipotenza che ha saputo spargere tra suoi fans che credendosi dei liberi pensatori si sono trasformati lentamente in un mucchio di invasati pronti a darti del vaffanculo per un semplice "buonasera".

Cordlialmente
Roberto.

graziella mazzoni ha detto...

per Roberto
Essere coerenti è difficilissimo, soprattutto quando possiedi uno dei 7 blog più seguiti al mondo. Anch'io non condivido "la forma" di Grillo, ma i suoi contenuti(non tutti) sono molto vicini alle mie idee. Se fossi al suo posto filtrerei molto di più i commenti al suo blog; ne pubblica alcuni davvero di cattivo gusto e ne censura altri intelligenti ma con posizioni diverse dalle sue.
Per quanto riguarda l'argomento donne, caro Roberto, entriamo in un campo minato per me. Voi uomini avete ancora molto da imparare. Quando ho visto il video di Grillo e le sue considerazioni sulle parlamentari donne ho avvertito una sensazione spiacevole che conosco benissimo. E' la stessa sensazione che provo nel vedere la villa estiva del Premier piena di donne o in moltissime altre occasioni quotidiane in cui la donna deve sempre fare di più, dimostrare di più, impegnarsi di più,e per che cosa? per essere ancora "trattata" da voi in questa maniera. Donna di facili costumi...perchè non esiste un sinonimo al maschile? Perchè voi non vi vendete?
Lo sapevo che era un campo minato.....

Anonimo ha detto...

Certo cara Graziella.
La politica è piena di venduti. In effetti anche Grillo si vende molto bene.E a proposito di ciò voglio deliziarti con questa breve chicca: http://archiviostorico.corriere.it/2008/aprile/10/casa_Beppe_Grillo_Consuma_quanto_co_9_080410060.shtml

Copia, incolla e buona lettura.


Quanto alla villa e le feste di Berlusconi ci vorrebbe spazio per un blog intero e discutere sulla libertà di fare feste private nelle proprie case.Ma a riguardo ti invito alla lettura di quest'altra chicchetta: http://archiviostorico.corriere.it/2007/marzo/16/Basta_notizie_sulla_vita_sessuale_co_9_070316091.shtml

Cordialmente.
Roberto

graziella mazzoni ha detto...

Non è solo la politica ad essere piena di venduti. Mi riferivo alla vita in genere.
E' vero ognuno ha il diritto di fare nelle proprie case tutto quello che vuole. Ma, se permetti, un uomo di 70 anni che è anche Premier di una nazione, dovrebbe avere altre priorità oltre a quella di circondarsi di belle donne. Ma probabilmente se io fossi un uomo, con quel potere farei lo stesso....è difficile giudicare.
Darò un occhiata ai siti che mi hai segnalato.
Un saluto a Ectobius

Anonimo ha detto...

Scusami Graziella, non è per dire sempre l'ultima,infatti dico questo e chiudo. Hai ragione, un uomo di 70 anni per giunta premier dovrebbe avere altre priorità. Infatti c'è stata la priorità dei rifiuti campani, quella dell'alitalia, poi quella del terremoto, quelle delle riforme scolastiche.... Ah quante priorità. Poi c'è stata la campagna elettorale e quindi le feste, le veline, Noemi e il viagra di Berlusconi.

Cordialmente.
Roberto

ghetti marco ha detto...

Non per rovinare l'iddilio tra Roberto e Graziella, ma do due notizie. Ho visto Grillo a Cesena assieme a Sonia Alfano e alla dottoressa Gentilini, che tra l'altro è di Forli. In consiglio comunale ora siedera' anche una della lista a cinque stelle. Beppe ha detto che non sarebbe cambiato l'assetto della citta', infatti Lucchi candidato del PD ha ottenuto oltre al 50% dei voti. Ma è stata eletta una rappresentante del movimento di Grillo. Castelli ad Anno Zero ha sfidato Grillo a girare in un paese che non ricordo, dove la lega impera. Da un idiota come Castelli non mi aspettavo di meglio. Sono fascisti trapassati alla lega, tra l'altro molti militavano a destra, l'unico linguaggio che hanno sono le minacce. Mi dolgo di non essere stato a Cesena il venerdi' che è venuto Castelli, avrei ascoltato una lezione di democrazia, meglio di quella di Grillo. C'è qualcuno che ci crede? Per fortuna che i giornali esteri ancora si vedono in rete. Avete visto come si lavorano il nostro premier? Eh vai!!Saluti a Roberto e Graziella.

graziella mazzoni ha detto...

non hai rovinato nessuno idillio caro Marco. Anzi aspettavo il tuo commento ...

Anonimo ha detto...

comandano tutto gli uomini e ci rimettiamo sempre noi donne...
Sara

Anonimo ha detto...

Bentornato Marco. Ho letto l'insulto a Castelli e non ho avuto dubbi: è il signor Ghetti, mi son detto. Vedo però che confondi il clima rispettoso e cordiale, con l'idillio.

Resta comunque un piacere leggere tutte le correnti di pensiero. In fondo sono fonte di arricchimento sempre.

Cordialmente
Roberto.

ghetti marco ha detto...

Non è un'offesa quella a Castelli. E' usare l'italiano in modo corretto. Uno che porta un sorriso ebete, che sa solo interrompere coloro che di altra idea portano il loro parere, è una persona idiota, in senso letterario. Oggi mi sono voluto fare del male, ho letto Libero di Feltri. La pagina grande dedicata ad Anno zero. Sembrava di sognare!!! Ma lo avete mai letto voi di destra un giornale "Libero"? Perchè "LIBERO" non si occupa anche del TG4? Forse è un modello quello di equidistanza? Capisco che trovare ancora gente che non idolatra Berlusconi,colui che promuove l'Italia come fosse il Bagaglino, vi possa sembrare un'anomalia. Ma io non amo le masse adoranti, quindi forza stampa libera. Quando sara' in edicola il" Fatto", avremo forse anche in Italia un giornale "LIBERO". Saluti Roberto.

ectobius ha detto...

Stiamo assistendo inerti al compiersi di un golpe strisciante che ci riporta ai tempi bui di una dittatura già conosciuta in questo paese... “senza l'illusione di voler cambiare niente, con la consapevolezza di un degrado irreversibile”, dice Graziella in uno dei suoi amari post.
E ancora: nella “indifferenza della dignità e della storia che trascina con sé pezzi della nostra vita”.

Anonimo ha detto...

Bravo Marco. Io inizio la mia lettura quotidiana con l'Unità, poi La Stampa, Repubblica,il Corriere, L'altro (il nuovo di Sansonetti), Libero, il Giornale, L'avvenire e altri che ho tra i preferiti. Penso che faccio più o meno quello che fanno molti italiani appena trovano un momento libero. Poi seguono i blogs, quelli che vanno per la maggiore e ci metto il Blog di Graziella di cui sono un assiduo lettore. Leggo tutto e mi faccio una idea personale. Ti assicuro in piena serenità e piena consapevolezza. Lo so, esiste una stampa faziosa e una che lo è meno, eistono trasmissioni televisive faziose ed altre meno, tg faziosi ed altri meno. Ma noi ci consideriamo sufficientemente intelligenti per saper selezionare, ragionare e farci una idea.O no? Quanto a Castelli....che ti posso dire? Per te è un idiota? Sarà che io ascolto sempre con rispetto tutti anche se non condivido le loro idee. Per esempio condivido pochissime cose con l'onorevole della Lega, ma proprio non mi viene di chiamarlo idiota solo perchè non condivido quello che dice. Sennò dovrei considerare idiota anche te...in senso letterario naturalmente.

Cordialmente.
Roberto

ghetti marco ha detto...

A Roberto.
Solo per chiarire, io a differenza del tipo citato, non sorrido mai, faccio una vita che non me ne da motivo, secondo, sono anche se ti sembrera' impossibile, tanto intelligente da lasciare sempre terminare colui che parla, ho sempre argomenti per controbattere, non solo. Detesto cordialmente coloro che interrompono, sono solo maleducati. Se vuoi testimoni, fammi sapere, li posso produrre anche tramite il blog di Graziella. Saluti ad Ectobius, mi mancava, a te Roberto (omonimo di Castelli) e a Graziella.

Anonimo ha detto...

"Vado da Obama bello e abbronzato".

Chi non ha letto “Morte a Venezia” di T. Mann?

“... Uno che portava un abito estivo giallo chiaro all’ultima moda, una cravatta rossa e un panama dalla tesa audacemente rivoltata, si distingueva fra tutti gli altri per il buon’umore e per la voce gracchiante. Ma Aschenbach appena l’ebbe osservato meglio si accorse con una specie di orrore che era un falso giovane. Era vecchio, non poteva dubitarne. Aveva rughe profonde attorno agli occhi e alla bocca. Il carminio opaco delle guance era belletto, la chioma bruna... era una parrucca; il collo floscio e grinzoso... Colto da un senso di ribrezzo Aschenbach notava con stupore la sua familiarità con gli amici. Non sapevano, non vedevano quei giovani ch’egli era vecchio, che non aveva diritto di portare quegli abiti chiassosi da bellimbusto, di comportarsi come uno di loro? Sembrava che considerassero naturale la sua compagnia...”

Saluti a tutti
Ectobius

Anonimo ha detto...

E questo è Céline:

"...il fascino personale...il fascino personale passati i 60 anni?... puoi fare ancora il manichino, porcellana al museo...forse?... interessare qualche maniaco, cercatore di enigmi?...ma le signore?...il vecchione tutto a lustro, profumato, pitturato, laccato?...spaventuccelli!...se è tutto imbottito d'oro?...ancora!... tollerato? hmm! hmm!...

Ectobius

Anonimo ha detto...

Che caldo.....


Buona serata a tutti.

Roberto.

federico ha detto...

Scusate il ritardo ma mi va bene anche chiosare i Vs. battibecchi con una considerazione: siamo nella stessa barca è inutile affannarci per dimostrare di avere il remo più bello e perderci in divagazioni sulla vita pubblica/privata che il nostro amato P.d.C. vuole condurre e sui modi giusti o sbagliati di Grillo. Se una notizia è stata data, perchè non verificarne il vero contenuto e non l'involucro? Cosa è andato a fare Grillo al Senato oltre che per insultare i Parlamentari con una dedica particolare ad alcune di esse? e in virtù di quali diritti? che io ne sappia ha presentato un disegno di legge di iniziativa popolare di cui nessuno parla abbastanza. Siete d'accordo sul suo contenuto? Se discutessimo di questo sarebbe un piccolo passo avanti. Perchè non evitiamo di sprecare le Ns. vivaci intelligenze e tentiamo di fare, anche noi, qualcosa di concreto in favore delle Ns. idee, trovando solidarietà e, benvenga, anche fama e profitto. Io stimo chiunque, l'attuale P.d.C. e Grillo, ci sia riuscito o stia tentando di farlo. Non possiamo solo restare e guardare e a spettegolare di Qualcuno che si adopera per noi senza neanche valutare le Sue proposte. In merito al ricordato disegno di legge mi sembra che chi non ha peccato....
Rispettosamente il nuovo acquisto Federico.

Anonimo ha detto...

Io non voglio stimare chiunque, ma solo quelli degni di stima!

Anonimo ha detto...

Enrico Vaime, in uno dei suoi ironici interventi quotidiani, alle sette e trenta sulla 7, ha fatto accenno alla “La mossa!”, quel gesto volgare chiesto a gran voce, e rutti e scoregge, nelle rappresentazioni di avanspettacolo: “LA MOSSA! LA MOSSA!”... E la volgarità, eseguita, era accolta da un diluvio di applausi.

Ectobius

federico ha detto...

Stimare, nell'accezione da me usata, stava ad indicare il rispetto, a priori, per coloro che agiscono concretamente per un fine, quindi un paradossale rispetto anche per soggetti indegni socialmente, come i ladri, ad esempio. Il mio fine era quello di invogliarVi a lasciare da parte la raffinata vacua e sterile retorica; a smetterla di guardare e aspettare che qualcun altro ci costruisca una vita da "mulino bianco" mentre noi ce ne stiamo chiusi nelle nostre pseudo regge; a renderci conto che, senza volere, stiamo andando, a grandi passi, verso l'estinzione della nostra società, della nostra cultura, aiutati dalla notevole, inevitabile spinta delle giovani società che hanno già occupato i nostri deserti spazi sociali. Non restiamo così impassibili di fronte alla sicura prossima estinzione se abbiamo ancora qualcosa da fare, che non sia, però il mero appagamento del nostro ego frustrato.

Anonimo ha detto...

La vita da “mulino bianco” ci è già stata costruita come una prigione, robusto ed alto steccato per un gregge felice e contento che reclama a gran voce “LA MOSSA!”... e rutta scoreggia... e produce monnezza che, per mero appagamento fa fermentare nelle strade... e via a polmoni incatramati... cancro! E’ un affare anche il cancro... se un giorno il cancro sparisse ci sarebbe la rivoluzione con i cartelli “Aredarece er cancro!”... cancro e lavoro... il cancro è lavoro! Come già una volta son scesi ijn piazza con i cartelli “MAFIA E’ LAVORO!”.
E via al “appagamento del proprio ego frustrato”... e via all’indifferenza verso chi muore, letteralmente, di fame... ma che si son messi forse in mente di farsi ben pagare le materie prime?... vi facciamo finire come l’Iraq!... e “l’inevitabile spinta delle giovani società” finisce sui barconi bucati... da prendere a cannonate, disse qualcuno che ora non lo dice più, ma lo pensa con la folla osannante di una civiltà superiore... Difendiamola! La nostra civiltà superiore.
Ma che si estingua!! Prima che non abbia estinto il Pianeta... questa civiltà della truffa continuata, dei ricchi sempre più ricchi e dei poveri sempre più poveri... la forbice! Che si allarga... la sindrome di Stoccolma!
L’INDIFFERENZA ALL’UMANO.

Ectobius

Anonimo ha detto...

Hanno tutti vinto... E l’astensione?... Quaranta per cento!... ma chi sono? Cosa vogliono?... eccovi il benservito... fanculo!
Be’, io al primo turno mi sono recato al seggio e ho annullato le schede, e quello lo considero un voto! L’hanno conteggiato NO... e con quale diritto? L’avete saputa voi la percentuale delle schede bianche e nulle?... io forse mi sono distratto. Qualcuno la sa la percentuale del partito schede bianche e nulle?... che mi possa fare i calcoli... Sono il primo partito, la stragrande maggioranza che se si aggiunge la percentuale degli astenuti, gli schifati di questa ca(ta)sta di monnezza è l’unico partito che rappresenta democraticamente il popolo... e che nessuno più dichiari di parlare in nome del popolo!
E al secondo turno e referendum non ho votato... e ho nulla a che vedere con la lega razzista che si è attribuita la maggioranza dei non votanti... Insomma vogliamo dirlo chi ha vinto?

Ectobius

graziella mazzoni ha detto...

Non ha vinto nessuno, caro ectobius.
si sa chi ha vinto alle Europee??

ghetti marco ha detto...

Alle europee hanno vinto i riciclati,quindi, abbiamo perso noi. Mastella tra i piu' votati, il POPOLO DELLA LIBERTA',( di sfuggire alla giustizia)