domenica 12 ottobre 2008

Dalla parte delle donne

E' proprio vero. Una donna deve sempre dimostrare di valere più di un uomo per affermarsi. Con tutti gli uomini che imbrogliano, rubano, uccidono, si perde tempo a parlare della Carfagna. Perchè nessuno si fa domande sulla vita privata di molti politici, del loro vendersi, a prezzi bassissimi, anche fuori dal letto ? Perchè non ci si scandalizza allo stesso modo? Ci siamo sempre lamentati dell'assenza delle donne nel Parlamento e ora che ci sono, alimentiamo questa vecchia, mai superata caccia alle streghe. Il ministro Carfagna ha fatto il calendario? e allora? Scandalizziamoci quando fiumi di denaro pubblico sono spesi senza ottenere niente, quando interessi (soprattutto maschili) hanno ridotto questa povera Italia a una miriade di inceneritori (5 solo in Campania), altro che energia alternativa e rinnovabile! Anche la Guzzanti è una donna, ma questa volta si è comportata come un uomo, ha commesso lo stesso facile errore, con la scudo della satira, degli uomini. Io, al ministro Carfagna e agli altri ministri donne, perdonerei tutto. Lo abbiamo fatto con gli uomini ( vedi in Campania tutti i politici maschi che siedono sulle loro poltrone dopo lo scandalo dei rifiuti) perchè non dovremmo farlo con le donne?

9 commenti:

ghetti marco ha detto...

Finalmente per una volta posso non essere d'accordo con te,se in questo governo oppure nelle istituzioni ci sono poche donne che ricoprono posti di prestigio,allora direi che non perdoniamo niente specie a quelle come Mara Carfagna,una che oltre ad essere stata persona di poco prestigio come soubrette,poi non è salita il soglio del ministero delle pari opportunita'(bisogna riconoscere la sottile ironia..)forse che fare certe prestazioni orali ai potenti paga,ma non per questo dobbiamo pagare tutti noi italiani,dove puo' essere la competenza in persone come lei? Oppure in Vittoria Brambilla,meno ministeriale,ma sempre premiata per lo stesso motivo. Mica sono state cercate donne di alto livello intellettivo,di grande competenza,ma sono state scelte per ragioni private,Bocca di Rosa diceva Fabrizio De Andre' fu allontanata dalle comari,donne che punivano una donna,non che l'abbiano premiata. Poi che avremmo il bisogno di piu' donne nelle istituzioni è verissimo,ma se affidiamo a donne di questa caratura temo che il mondo femminile ne uscira' male davvero.Un saluto Graziella.

graziella mazzoni ha detto...

Caro Marco
per ogni donna di questa
"caratura", come dici tu, ci sono cento uomini ancora meno validi che pure stanno al loro posto e nessuno li accusa di avere "rapporti orali".
Fidati, anche nel mondo del lavoro, quello di noi comuni mortali, devi faticare sempre più di un uomo per affermarti. Ma, essendo un uomo, tu questo non lo puoi sapere. Grazie , come sempre.

ghetti marco ha detto...

Grazie Graziella della tua cortesia nei miei confronti,ribatto alla tua ultima frase non certo per avviare oppure concludere una polemica con te,ma solo perchè voglio darti un'informazione,io so che per una donna puo' essere anche piu' difficile affermarsi nel mondo,non solo del lavoro,mi circondo quasi esclusivamente di amiche donne,con le piu' svariate attivita',sono sposato,ho una sola figlia,per le donne nutro rispetto vero,non di facciata,se scrivo anche nel tuo blog è perchè apprezzo sempre l'intelligenza delle donne,pero' scusami,ma quella la voglio,non posso considerare l'ipotesi che fai tu che tutto va' scusato tanto ci sono uomini molto peggio,questo lo so anch'io,tra Pol Pot,Adolf Hitler,Stalin,Heichman,le Carfagna e loro "derivati" sono vicine alla santita'.Io considero credimi da molti anni le donne migliori,ma perchè mi dimostrano di esserlo,con i fatti e con le opinioni.Tanti saluti.

graziella mazzoni ha detto...

Va bene Marco
questo è un argomento che ha bisogno di molte parole. Forse io sbaglio nell'essere così accanita a difendere le donne . E un mio limite, lo so. E il post lo hanno criticato anche molte mie amiche...io volevo solo dire che questa società la sento più esigente nei confronti delle donne, tutto qui.
Ciao

Anonimo ha detto...

Quanti pregiudizi sulla Carfagna, mamma mia!! Una ragazza bella e a mio avviso anche intelligente. (campana oltretutto). Sesso orale, sesso perverso, sesso sfrenato col cavaliere, coi ministri bla bla bla. Calendari, televisione...insomma. Pettegolezzi da bar di periferia. Non c'è mai stata nessuna parola di tutto questo eppure si è levata la voce del popolo che tacque però dinanzi alla vera e dichiarata prostituzione di Luxuria che tra l'altro è anche analfabeta e lo sta dimostrando sull'isola dei famosi. Nessuno parlò nella scorsa legislatura, nessuno fiatò. Forse erano tutti magnianimi e solidali di fronte alla purezza della diversità. Che cultura in Italia. Se la Carfagna fosse stata bella alla pari della Rosi Bindi, l'Italia avrebbe sbadigiato pure a sentirne parlare. Che popoletto questi italiani.....

saluti

Roberto

ghetti marco ha detto...

PER ROBERTO:
Se cadi nel trabocchetto di nominare Rosi Bindi in contrapposizione alle bellone che ti piacciono tanto......anonimo come nome ti sta' benissimo......

Antonella M ha detto...

Cara Graziella,
credo che tu abbia toccato un tasto dolente. E' vero che abbiamo bisogno di più donne nei posti che incidono per dimostrare che con la nostra intelligenza e sensibilità possiamo dare un contributo importante, ma condivido con chi ha scritto che non ci possiamo certo affidare a donne come la Carfagna. Essendo io donna e lavorando nella pubblica amminisrazione legata all'istruzione conosco tutti i problemi che le donne hanno per potersi fare strada e dimostrare chi realmente siamo e riconosco che anche lì non sempre prevalgano l'intelligenza e l'esperienza lavorativa e quindi mi chiedo come possiamo dimostrare qualcosa se prima non cambiamo l'opinione che si ha di noi? Come vedi come si parla di donne succede il finimondo tra chi difende le bellone e chi le accusa anche se a volte giustamente. Io sono sicuramente dalla parte delle donne e a loro difesa quasi sempre, ma cerchiamo di meritarcela davvero la stima di cui vorremmo essere investite. Usiamo davvero la nostra testa e soprattutto non temiamo mai di essere noi stesse e non la caricatura sbagliata degli uomini.
Un saluto e un augurio di buon proseguimento al tuo blog.

Anonimo ha detto...

PER GHETTI MARCO,
devo farti notare che mi ero firmato, ma forse non hai visto.L'"anonimo" è un automatismo del portale per i non iscritti, credo. Tuttavia voglio anche dire che nulla di male se uno nella fretta in un mezzo così veloce come internet omette la firma, a volte falsa, altre volte vera. Siamo tutti anonimi, caro Ghetti, nessuno è speciale, nessuno è diverso se non nei contenuti. Anche questo dunque sembra un soffermarsi su un pettegolezzo tipico dei blogs. Volevo soltanto nel mio commento precedente stare dalla parte senza ideologia e senza colore politico di chi è stata additata come l'ultima puttana del quartiere. Per me ingiustamente. Niente è venuto fuori, niente si è sentito delle famose intercettazioni, niente di niente, eppure la Carfagna è puttana, perchè lo ha detto a gran voce a piazza navona la signora Guzzanti in nome di quella meravigliosa comunicazione tanto cara alla sinistra italiana chiamata SATIRA. Ah la Satira della sinistra!! Quella satira che in pochissimi eletti riescono a "santificarla",come la CULTURA in genere.Tutti gli altri siamo dei menomati.Che vuoi fare? Non ci arriviamo. Io proprio non arrivo a capire l'equazione Carfagna-Pari opportunità uguale a pompini-prostituzione-calendari-bla bla bla bla bla.....Quanto alla Rosi Bindi-Carfagna, davvero non volevo fare nessun accostamento anche perchè difficile persino immaginarlo, mi aspettavo sorgesse così com'è sorta un'altra equazione: bellona-bruttona. Cioè io dalla parte delle bellone stupide, insignificanti, vuote e puttane e tu dalla parte ovviamente delle bruttone ma piene, intelligenti, letterate ed elette. Cosa aggiungere? Siamo proprio dei poveri mortali che non abbiamo capito niente. Meno male che c'è la satira che ogni tanto ci porta ventate di verità assolute e meno male che non ci sono gli anonimi. Questi distruttori di sane discussioni!

Roberto D'Addario
( così va bene?)

oliver4a ha detto...

La vita sessuale dei politici mi interessa poco, ma le loro credenziali, la loro storia si. Quanti politici occupano posizioni di potere e non sono all'altezza? Sono uomini e donne. Quanti poi ne sono indegni moralmente? Tanti purtroppo. Non facciamone un problema di sessi. La Garfagna non è nessuno, eppure è stata fatta Ministro: sulla base di cosa?
Il punto è che non vi è neanche un abbozzo di storia politica, personale, di impegno nel sociale. nulla di nulla. Questo è poco sopportabile e non perchè sia donna o belloccia. Io trovo senza scusanti la presunzione di questa giovane rampante che ha ritenuto di poter occupare quella posizione. Anche la Pivetti fu nominata addirittura Presidente della Camera e questa forzatura è un'altra di quelle che non perdono alla Lega. Tuttavia lei aveva almeno alle spalle una "gavetta" politica, già dimostrata. Ma la Garfagna?
Per es., perchè nessuno critica la scelta della Meloni? Non è che sia brutta o vecchia....ma è un'altra cosa, anche dall'arrivista brambilla, ulteriore pessimo esempio di donna in carriera.