sabato 29 marzo 2008

Il Mito e la sua ombra

Ha ragione Grillo: Internet è un mezzo potentissimo.
Ma andiamo per ordine.
Qualche settimana fa ho inserito sul blog di Grillo un commento che si riferiva alla mozzarella piena di diossina e alla Campania. Il mio commento è stato pubblicato e molto votato. Dopo qualche giorno mi arriva un e-mail , firmata Carmine, molto dura. In sintesi diceva che aveva inserito una risposta al mio commento sul blog di Grillo e non solo : “il voto è stato dimezzato ma il commento non è stato mai pubblicato.” La segnalazione mi ha incuriosita molto , il sig. Carmine mi aveva inviato come allegato uno scritto di Gaetano Luca Filice : WEBBE GRILLO , dubbi domande e contraddizioni intorno al fenomeno Beppe Grillo. Dopo la sua lettura ho iniziato una lunga ricerca su internet e ho trovato un altro documento molto interessante firmato Giovanni Vestri : " La manipolazione della mente.
Insomma le mie conclusioni sono le seguenti: il blog di Grillo è gestito da una società che canalizza pensieri e idee, i commenti ai post sono filtrati e controllati da “ guardiani “ che eliminano quelli fuori dal coro.Nei due scritti sopra citati si parla di omologazione, di pensiero unico, di massa. Allora io non mi chiedo più perchè tutto questo, penso solo che il potere di un solo uomo , sia esso solo limitato a internet ( il blog di grillo è al nono posto dei blog piu visitati al mondo ), è stato sempre pericoloso , penso che la verità non è mai da una sola parte , che tra i colori ci sono le sfumaure e penso che ogni mito cammina con accanto la sua ombra.
http://new-italy.net/i-falsi-profeti/dossier-beppe-grillo-la-manipolazione-della-mente/

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Questo mezzo che stiamo usando e' affascinante, ma comporta naturalmente dei rischi.
In merito a Grillo posso dire che non mi piace che non risponda mai ai commenti o alle domande che gli si pongono.
Inoltre c'e' troppa gente che si firma con un nick, nonostante all'atto dell'iscrizione sia obbligatorio mettere nome e cognome. Ciao. Giulia

Anonimo ha detto...

Sono sempre io, Giulia.
Voglio aggiungere che molto spesso l'ombra e' piu' interessante di chi la produce. E di ombre ce ne sono molte in giro!
Vivere e' un proseguire per tentativi...non si sa mai dove si va a parare, ma l'importante e' partecipare ed essere in buonafede.
Continua cosi' e...abbi fede!
Mi dispiace per le mozzarelle e ...tutto il resto. Non mollate!

graziella mazzoni ha detto...

Grazie a Giulia per l'attenzione che dedica a questo blog.
Grazie per i commenti.

Francesco (Varese) ha detto...

Il lavoro che sta facendo Grillo ha senza dubbio delle parti scure.
Secondo me sta facendo un lavoro che dovrebbero fare i giornalisti, cioè informare. Userà metodi discutibili, ma sta facendo quello che non viene fatto da chi ne ha il dovere.
Secondo me sta comunque dando un scossa e sta smuovendo qualcosa dal basso che poi piano piano arriverà in alto.
Anche secondo me a volte esagera e parla di libertà mentre poi è lui il primo a censurare commenti validi ma che vanno contro corrente.
Nonostante tutto io rimango dell'idea che sta facendo un buon lavoro, daltronde tutti i grandi personaggi hanno i loro difetti, non bisogna guardare come lo fanno ma lo scopo finale. "il fine giustifica i mezzi" a volte è così

graziella mazzoni ha detto...

Hai ragione, Francesco. Volevo dire proprio questo. perciò ho intitolato il post: il mito e la sua ombra. Volevo parlare della sua ombra perchè sul mito non c'è dubbio. Saluti