venerdì 30 maggio 2008

Terramia


Sono nata e vissuta in questa terra campana. Dopo anni di attente riflessioni, vi posso assicurare che il nostro problema non è la camorra o la malapolitica. Il problema siamo noi. Ed è arrivato il momento di avere il coraggio di ammetterlo. Siamo noi che abbiamo permesso a chiunque di abusare della nostra terra.La camorra è solo il contrario della civiltà. E' l'interesse privato al di sopra di tutto. Quei pochi che hanno una mentalità veramente diversa possono fare solo una scelta: barricarsi in casa o fare le valige.

3 commenti:

ghetti marco ha detto...

Ieri 29 abbiamo ricevuto la visita della signora Sandra Lonardo Mastella,che ha guidato una delegazione della regione Campania in Romagna,nello specifico a Sogliano sul Rubicone,visita guidata dalle autorita'alla discarica del detto comune,discarica denominata Ginestreto,dalla pianta ginestra che viene piantata attorno alla discarica.Considerata un vero gioiello nel settore è stata seguita con interesse dalla signora Sandra,che ha fatto domande e alla fine ha dichiarato che andra' da Bertolaso a chioedere che in Campania vengano fatte discariche fotocopia di Ginestreto.Temo che da voi tutte queste notizie non siano giunte,ma posso sbagliare,temo che gli interessi che stanno emergendo dall'inchiesta che la magistartura sta' svolgendo non sia compatibile con la pulizia,anche morale di questa discarica.Da notare che è anche famosa per portare soldi al comune,che li reinveste anche pagando le iscrizioni all'universita' dei giovani suoi abitanti,oltre a fare altre cose.Io vivo a Cesena e quindi non posso beneficiarne perchè noi abbiamo una discarica che funziona bene,si chiama Busca,dal nome che aveva il posto dove l'hanno ubicata,a volte arrivano anche i rifiuti della Campania.Ora provate a seguire la vicenda e se puoi fai qualche post in proposito.

graziella mazzoni ha detto...

M'informo e ne parlerò in qyualche post.
Grazie

Anonimo ha detto...

Ho letto il tuo post sul sito di Beppe Grillo e devo dirti con immensa amarezza che la penso come te. Sono via da anni, al Nord, e quando sento parlare di monnezza, camorra o altro mi vergogno come un ladro. Abbiamo tollerato furbi, delinquenti, politici corrotti e/o incompetenti e da questo mix non poteva venir fuori altro che questa porcheria. Come risolverla? Non ne ho la minima idea, necessiterebbe una rivoluzione culturale, ma abbiamo tanto tempo a disposizione? Ti saluto
Nicola