lunedì 8 settembre 2008

Le sue prigioni

Dieci minuti di applausi per Roberto Saviano a Mantova per la chiusura del Festivaletteratura. Roberto ha parlato della sua condizione di uomo scortato. I criminali sono in libertà e un giovane scrittore è prigioniero. Questi sono i fatti. Ricordiamo solo pochi dati : " questo è il paese democratico col più alto tasso di uomini scortati nel mondo. Negli ultimi 20 anni i morti per mafia sono stati 10mila. Come nella striscia di Gaza. Nella sola Campania da quando Saviano è nato (1979) ci sono stati 4mila morti. Una media di 2 al giorno." (l'Espresso). Caro Roberto, a ottocento chilometri di distanza, c'ero anch'io ad applaudirti.
(foto M. Spada)

1 commento: